Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

Un tranquillo week-end di paura

Grandi programmi per il fine settimana scorso. Finalmente i nonni israeliani a disposizione per fare da babysitter ad oltranza, e quindi, tanto tempo libero per noi.
Sabato sera siamo usciti, da soli, come ai vecchi tempi. Prima un drink in un bar vicino a casa, molto gettonato qui a Taipei ma, se devo essere sincera, veramente deludente.
Buissimo, con divanetti in velluto super affollati da gruppi di ragazzine tiratissime, impegnate a fotografarsi con il cellulare per poi mettere tutto su facebook, e vecchiacci con capello bianco in caccia per tirare gli ultimi colpi.
Ho bevuto un bicchiere di vino rosso, peraltro schifoso, e ho detto a Iduzzo che, forse, era ora di cambiare aria. Ci siamo diretti verso Dun-hua Road, un viale largo e lungo come l'autostrada dei Laghi, da cui, però, si dipana una ragnatela di vicoletti molto caratteristici, pieni di bar e caffè all'aperto, frequentati da gente più o meno normale.
Ci siamo seduti, abbiamo preso una birra ed, errore fatale, h…

L'amico di oggi

Immagine
Ming fa amicizia, ogni giorno, con qualche sconosciuto. Sono, spesso, amicizie intense ma brevissime. Anche solo la durata di un semaforo rosso per un intenso scambio di sguardi con qualche passante. Grazie a lui, mi sono fatta anche un quarto d'ora di strada con una vecchietta in bicicletta che, vittima dei suoi sorrisi, non ci mollava più e continuava a blaterare cose in cinese. L'amico di oggi, quello più interessante della settimana, è stato, però, il tecnico della televisione, the cable man. Che fascino tutti quei cavi che manovrava ! Che tipo interessante, mamma !

Nota serale #3

Sono arrivati i Wallach senior a Taipei. Prima visita di amici/parenti da quando siamo qui.
Alcune colleghe di Ido mi hanno fatto un regalino così, senza ragione, e quindi graditissimo : trattasi di un fazzolettino con stampata la pianta della metropolitana di Taipei e le principali attrazioni, ad ogni fermata. Lo desideravo da tempo ... :-)
Polli ci ha dato un sacchettino con della frutta raccolta dalla sorella, nel suo giardino. E, l'altro giorno, una tipa che ho incrociato dieci minuti, qualche mese fa, mi è corsa dietro in un grande magazzino, solo per salutarmi. Sarà difficile, un giorno, abbandonare tanta gentilezza ed affetto. Grazie davvero perchè fa bene al cuore e allo spirito.

L'appetito vien guardando ... forse

Immagine
Molti ristoranti a Taipei, quelli più a buon mercato, espongono in vetrina delle accuratissime riproduzioni di cera dei piatti che si possono ordinare. Altri risparmiano e mettono solo delle foto. Un aiuto validissimo per chi, come me, di un semplice menù non se ne fa proprio nulla e che, in questo modo, riesce per lo meno a farsi servire delle cose più o meno safe come del riso. Per quanto riguarda il resto, l'effetto sorpresa rimane. Soprattutto le zuppe sono un punto interrogativo. Cosa ci avranno mai messo dentro ? Ci galleggiano palle e palline di colori diversi, tendenti comunque al beige, la cui origine mi è di difficile identificazione. Ci vorrebbe l'equipe di CSI. La mia domanda, però, è che bisogno abbiano i locali di vedere prima cosa mangeranno poi. I menù sono poco chiari ? Hanno così poca fantasia da non riuscire a visualizzare un chicco di riso ? Oppure ci tengono all'assortimento cromatico ? Probabilmente serve a tranquillizzarli e a controllare che non ma…

Consiglio utile

Ieri Puffetta, dopo l'ennesima lezione inutile di cinese, mi ha consigliato di noleggiare dei film cinesi con i sottotitoli in inglese. Lei, il cinese, l'ha imparato così, da autodidatta. Un genio, insomma. Ma forse per chi parla filippino è più facile. Mah. Comunque, riferita la cosa a Iduzzo, mi sono sentita dire, serissimo : Si, giusto. La cosa importante è, però, noleggiare dei film che conosci benissimo così è più facile.
Mi sono concessa tre secondi per capire se mi stesse prendendo in giro e invece, no, era serio. Gli ho fatto presente che, non so lui, ma io non ho, nella mia raccolta dvd, dei film cinesi. Ha realizzato.
Quindi mi appello a voi, amici di quitaipei, e quindi colti. Se avete qualche titolo da suggerirmi che non sia Lanterne Rosse, fino a lì ci arrivo, ve ne sarei grata ! Grazie !

Bollywood

Ieri mattina mi è finalmente passato il mal di testa post bagordi di sabato sera.
Anna I think you're drunk, mi ha detto Puffetta, la nostra filippina babysitter, al rientro dalla festa verso l'una e mezza. Drunk mi sembra un termine troppo forte. Brilla, piuttosto, quello si, e felice grazie a tutta una serie di calicetti di spumante e di qualche caipiroska. E, comunque, in uno stato migliore del nostro vicino di casa caucasico, Michael, che incontro spesso in ascensore tutto bello ed elegante, e che sabato sera, verso le 9, è stato letteralmente buttato fuori da un'auto blu, completamente sbronzo. Camminava a quattro zampe ed i ragazzi della reception hanno dovuto accompagnarlo al piano, altrimenti avrebbe dormito sullo zerbino.
Ci ha però riconosciuto : Ah here they are the Italian and the Israeli ... e poi un singhiozzo. Chissà da dove veniva per essersi ridotto in quello stato in prima serata !

Così mentre lui rientrava, noi uscivamo perchè  invitati alla festa di quar…

Sirene in città

Immagine
Ieri, alle ore 2 PM, è suonato l'allarme in città. Le strade si sono svuotate in un nanosecondo e i pedoni si sono affrettati verso il riparo più vicino. Per mezzora la città si è paralizzata, come se qualcuno, all'improvviso, l'avesse spenta. Un silenzio irreale. Che cosa succede ? mi sono chiesta. Nulla di che. Semplice esercitazione in caso di attacco aereo, ovviamente, dalla Cina. Poi ho letto le mail ed, effettivamente, la cosa mi era stata anche comunicata ma l'avevo ignorata. Comunque, nel caso in cui Pechino attaccasse, se si è in macchina, bisogna accostare e spegnere il motore. Non so se si possa ascoltare la radio, nell'attesa che cessi il bombardamento (di riso ?). Ma forse si. Se si è a piedi, bisogna invece raggiungere i ripari più vicini. Ma quali, non si sa. Forse sono gli stessi che si utilizzano in caso di terremoto, tsunami o tifone. Insomma, un posto tranquillo.

Paparazzati

Immagine
Questa foto è stata scattata ieri da una sconosciuta. Si da un'amica di Polli che ci ha visti per strada e da lì l'idea brillante di fotografarci. L'immagine è stata subito inviata a Polli che me l'ha mandata con questo messaggio : Spero che tu non te la prenda. Ma tutti i miei amici vi conoscono attraverso facebook (si, perchè Polli pubblica regolarmente delle nostre foto. E' un po' la nostra biografa) e quindi quando ti ha vista, ti ha fotografato. Ma perchè ? Siamo davvero una specie cosi rara ? Cos'è ? Un Safari ? Avvisti la gazzella (l'animale che, forse, mi è più simile per eleganza e agilità :-) e trac, la immortali ? Non sarebbe più logico avvicinarsi e dirmi : Ciao, sono un'amica di Polli e ti conosco da facebook ! Mah, forse no. Certo che qui, a volte, sono proprio st(l)ani.

Mea culpa

Le madri, a volte, rompono. Lo dico da figlia, ma anche, e soprattutto, da mamma. Dopo il parto, se si sopravvive, si comincia intanto a guardare il compagno/marito padre con occhi diversi. Io ho sopportato tutto questo, tu non hai fatto nulla e quel poco che hai fatto ti è anche piaciuto, perciò io sono più forte e in quanto madre, saprò sicuramente gestire il nanerottolo meglio di te.

Ora, per certi versi, è vero che le mamme sono più attente dei padri, o per lo meno di alcuni padri. Per esempio, ci sono rituali noiosi, lo so, come quello di dare le vitamine ed il fluoro al nanerottolo ogni mattina che, dopo quasi un anno, non sono ancora state assimilate dal capofamiglia. Gli hai dato le gocce ? Quali gocce? Le vitamine e il fluoro ! Ah già. E quante gliene devo dare ? 8 e 5 come dal primo giorno !

Tuttavia arrivano anche i momenti di riscatto, come l'altro ieri. A Ming sono comparsi dei puntini rossi su tutta la schiena. Mentre ero al concerto di Bocelli, Iduzzo che, spesso, d…

Serata storta

E poi non mi dovrei deprimere. Qualche settimana fa, una ragazza russa che conosco mi ha chiamato per propormi di andare insieme al concerto di Andrea Bocelli. Si, Andrea Bocelli. Ho accettato perchè non mi andava di fare la snob, data la mia scarsissima vita sociale. E poi bisogna ammetterlo. Quando si vive così lontano da casa si sviluppa, inconsciamente, un amor di patria che andresti a vedere anche Nino D'Angelo.
I biglietti per Andrea, però, sembravano quasi tutti esauriti. Ne rimanevano pochi e cari. Pazienza, mi sono detta. Ci vado comunque. E così mi è stato consegnato il mio preziosissimo biglietto.
Tre giorni fa, la mia "amica" mi informa che deve rientrare in Russia urgentemente. Sorry, sorry ma, a questo punto, io sarei andata insieme ad una sua amica ed il marito, che non conosco. Pazienza, mi sono detta. Ci vado comunque.

Ieri sera, esco presto, il concerto iniziava alle 19.00, orario comodossimo, e salto sul primo taxi, direzione Taipei Arena, una specie …

Dal barbiere

Immagine
Dopo grandi dilemmi : Tagliare o non tagliare ? Ming è stato portato dal barbiere per bambini per il suo primo taglio. La cosa gli è piaciuta un sacco anche perchè vorrei averlo io un parrucchiere così. Sei seduto su delle piccole automobiline la cui altezza è regolabile in base a quanto sei ancora nano. Di fronte a te c'è uno schermo che proietta cartoni animati cinesi. I capelli te li taglia una graziosa ragazza asiatica munita di mascherina per non starnutirti addosso e, alla fine, puoi scegliere un regalo da portare via. Ovviamente, per cinque minuti di taglio, paghi come me quando faccio taglio, colore e messa in piega ma pazienza. Per Ming questo ed altro !

Mai troppa prudenza

Immagine
Ho capito finalmente ! Gli ombrelli non servono per ripararsi dal sole. E' che qui piove così spesso che, anche se fa bello, la gente non ci crede e l'ombrello lo apre comunque. Mai troppa prudenza. Dovesse rannuvolarsi all'improvviso ...

Maceto & Friends

Immagine
Ecco Maceto ed i suoi nuovi amici ! Meno male che c'è lui che socializza :-)

Nota serale #2

Iduzzo è partito per Shangai e torna domani sera. Mentre scrivo, guardo fuori dalla finestra e piove. Ming dorme. Se ci penso, stasera avverto, effettivamente, un po' di solitudine. Credo che un'altra birretta farà proprio al caso mio. Notte

Incontri

Immagine
In attesa che spiovesse, abbiamo fatto una serie di incontri. Prima la bimba nella foto in compagnia dei suoi nonni, molto eccitati all'idea di un possibile fidanzamento della nipotina con Ming. Purtoppo la differenza di età, lei 3 anni compiuti, lui 10 mesi, potrebbe creare qualche problema in futuro. Vedremo. Ming era molto interessato alla cosa. Ha cercato di toccarle la testa per tirarle i capelli ma la signorina si è sempre tirata indietro. Del resto si sa che, in amore, vince chi fugge. Poi siamo stati agganciati da una famiglia taiwanese-indonesiana che ha continuato a chiamare Ming/Matteo, Maceto. Mi scocciava correggerli e quindi per un'ora ho continuato a sentire : Maceto you'(l)e a good boy !Maceto here and Maceto there. La signora di cui, stranamente, mi sfugge il nome ha un bimbo di 5 mesi. Mi ha chiesto un sacco di cose ed io, confesso, mi sono anche un po' vantata sfoggiando tutta la mia esperienza di madre di un lattonzolo di 10 mesi. L'ho tirata s…

Cielo grigio

Immagine
Da quando ho scritto il post "cielo azzurro", piove a dirotto. Si mormora anche che ci sia stata una tromba d'aria ma noi del centro non l'abbiamo avvertita. Solo tuoni, lampi e tanta, ma tanta acqua. Che palle ! Oggi mi sono ribellata, ho piazzato Ming sul passeggino e sono uscita a testa alta. Ovviamente la portineria si è subito allarmata : bat it's (l)aining a lot !  Non importa. Mi sono infilata il cappuccio della giacca e ho, come sempre, girato a destra per poi attraversare il parchetto e approdare davanti al Centouno dove, oltre all'acqua, tirava un vento pazzesco. Ero fradicia. Ming mi guardava attraverso il parapioggia di plastica del passeggino con un'aria come per dire : Ma perchè ho una madre deficiente ? Ci siamo riparati all'interno della torre a forma di bambù e, lì, abbiamo atteso che spiovesse per poi fare rientro a casa con la coda fra le gambe. Ma che palle ! Qui il tempo mi ricorda tanto quello di Ginevra. Ma almeno lì capivo la …

Nota serale

Iduzzo non c'è. Presenzia l'ennesima cena di lavoro che terminerà, quasi sicuramente, con un bel karaoke.
Io mangio un ottimo risotto giallo e ascolto radiodue sull'iphone. Mi sto decisamente integrando ...
Buona serata a tutti !

Niente autografi

Immagine
Gli autografi ancora non li posso firmare. So(ll)y

Ci fai o ci sei ?

Di Taipei mi è piaciuta, fin dall'inizio, la sua gente. Sono sempre tutti gentili e sorridenti. Esisteranno anche i cattivi ma io ancora non li ho incontrati. Mi sembrano degli esseri così fragili, a volte impalpabili. Ma la cosa che continua a sorprendermi è la loro apparente, forse, ingenuità e franchezza.
Gloria, la nostra insegnante di cinese, l'altro giorno è arrivata da me : Ni hao ma ? (come stai, l'unica frase, in cinese, che ormai il mio cervello ha assimilato) le ho chiesto?  So, so - mi ha risposto- I didn't sleep enough last night. This molning I was dead. But then I went to Ido (che fa lezione prima di me) and he was so good that I've got all my enelgy back.
Ora che Iduzzo se la cavi meglio di me in cinese ci può anche stare, ma che cosa può aver mai detto per ricaricare Gloria a tal punto ? Si sarà ricordato che mianbao significa pane ?
Poi è arrivato il mio turno. Ogni volta che riesco finalmente a combinare due parole insieme o anche mezza frase de…

Le uova

Immagine
Uno dei ristorantini di Wulai. All'ingresso, un bancone con un'appetitosa selezione di alcuni piatti tipici.
In primo piano le uova cotte nella salsa di soia. Una prelibatezza ...

Il re degli spiedini

Immagine
A Wulai ci sono molti banchetti che vendono spiedini di carne. Lui è er meglio !

In esplorazione

Immagine
Sono ricominciate le nostre esplorazioni domenicali. Siamo stati ad una quarantina di km a sud di Taipei in un villaggio aborigeno che si chiama Wulai, famoso per hot springs, cascate e birdwatching.
La strada per arrivarci è molto bella. Si è immersi in una rigogliosissima foresta con dei bellissimi alberi dai fiori bianchi, i Tung tree. A tratti appare anche il fiume. Tutto molto particolare, soprattutto per me che non conosco questo tipo di vegetazione. Poi si arriva al villaggio e io dico : Cacchio ! Ma è possibile che siano così privi di senso estetico ? Dovrebbero affidare questi posti agli altoatesini. Facciamo un gemellaggio Wulai - Alpe di Siusi ! Sarebbe bellissimo. Costruzioni di legno e pietra con dei bei gerani sui davanzali e qualche delizioso beer garden o anche tea garden sul fiume dove rilassarsi e ascoltare il rumore del fiume con una pinta in mano. E invece no. Delle baraccopoli di lamiera con miriadi di ristorantini improvvisati senza alcun gusto dove ti servono c…

Il cielo azzurro

Immagine
Finalmente il cielo azzurro a Taipei. Iniziavo a disperare e invece eccolo qui, da ben tre giorni. E' tornato anche il sole e poco importa se già alle 5 del mattino ci sono 30 gradi con il 200% di umidità. Meglio così. Hanno inventato l'aria condizionata proprio per questo.

Ho notato che, ultimamente, sto scrivendo poco. Dedico troppo tempo a far bollire spinaci e carote per Ming. Devo riorganizzarmi un attimo, ottimizzare i tempi e le pentole che uso.
Il rientro da Israele ha causato qualche sbalzo d'umore e diverse notte insonni trascorse sul tappeto, di fianco al lettino di Ming sveglio, anche lui, come una biglia.
Ora è rientrato tutto nella norma. Abbiamo gioito per il matrimonio di Will & Kate, anche se un po' sottotono rispetto a quello della nostra Polli, e brindato alla fine del terrorismo con la morte di Osama ...
E' tornata la nostra filippina puffetta, ho mangiato di nuovo dei jiaozi, digerendoli due giorni dopo, e ho imparato a dire Mi piace que…

Il menu

Immagine
In molti ristoranti, quelli più semplici tipo le nostre trattorie (magari !!), quando ti siedi ti viene dato questo menu da compilare in base a quello che vuoi mangiare. Semplice no ?

Mei guan xi

Ho ripreso le lezioni di cinese. La nota positiva è che, dopo due settimane di pausa, mi ricordavo come contare da 1 a 10. Quella negativa è che mi ero dimenticata tutto il resto. Mei guan xi (non c'è problema), mi ha detto Gloria, la mia insegnante (secondo Iduzzo si chiama così perchè insegna proprio per la gloria. Una volta le devo chiedere se uno dei suoi studenti sia mai riuscito a completare una frase di senso compiuto e quando, un anno, due anni, sei anni dopo ?), incoraggiante come sempre : You'(l)e good !
Bette(l) than youl husband ! Ah beh, allora siamo messi bene.
Al contrario, io credo che Iduzzo se la cavi molto meglio di me e questa cosa mi brucia da morire.
Però, ragazzi miei, anche voi non ci agevolate se per "comprare" si dice Mai e per vendere si dice ... Mai, ma l'accento è dive(l)so. E già. La poverina è così disperata che quando riesco a mettere due parole insieme del tipo Bene grazie oppure Molto bene, sgrana gli occhi, sobbalza sulla sedi…