Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Missing

Immagine
Se, quando ho letto l'incipit di questo post dell'asilo su FB, non fossi stata certa che Ming ronfava nel suo letto, mi sarebbe venuto un infarto. Matteo is missing.
Invece no, quella che è missing è la sua giacca a vento rossa e la cosa mi rode parecchio, soprattutto perché è un articolo indispensabile per sopravvivere a questo catino di città che è Taipei.
In questo momento, è in atto un'indagine e si stanno vagliando diverse ipotesi anche se quella più accreditata, almeno secondo me, è il furto premeditato.
Non ce lo nascondiamo : io sono diventata un bersaglio e per colpire me fregano la giacca a Ming. 

Le sospettate sono due.  Abercrombie ed il suo sarebbe un chiaro gesto di ritorsione. Deve infatti aver letto il blog perché, da un paio di giorni, mi guarda in cagnesco ma almeno si è messa uno straccio di gonna.  E la rumena. Si forse non ne ho ancora scritto. Trattasi della mamma di Eddy, l'altro bimbo straniero dell'asilo, biondo e triste. Sua madre, che è di orig…

Vicini

Si, non scrivo da qualche giorno, ma inter nos non è che succeda un granché. 
Da segnalare, forse, un intensificarsi dei rapporti di vicinato fino ad ora praticamente inesistenti. Diciamo che qui se ti accorgi che ti manca il latte, non ti passa nemmeno per l'anticamera del cervello di andare a bussare ai vicini. Te lo vai a comprare e basta.

Tuttavia, negli ultimi giorni, sembra che qualcosa sia cambiato.
Partiamo dalla visita inaspettata della nostra vicina di casa, nonché proprietaria dell'appartamento in cui viviamo.
Milionaria, la signora si accompagna ad un marito che sembra uscito da un campo di patate e ad un figlio che ha l'aria un po' sfigata.
Nel corso di questi ultimi due anni e mezzo, abbiamo avuto la netta sensazione che, a parte il benvenuto iniziale post firma del contratto d'affitto, non volessero avere nulla a che spartire con noi. Sarà che ci chiudevano spesso le porte dell'ascensore in faccia o approfittavano dell'oscurità del garage per far …

Le allegrone

Immagine
Lo so, sta diventando un'ossessione ma è più forte di me. Questa viene sempre con la stessa tuta. Voglio sperare che proprio la stessa non sia, anche perché credo che i danè per comprarne piu di una li tenga visto che scende sempre da auto sportive di lusso e queste, si, una diversa dall'altra. Magari è un'istruttrice di fitness in un centro esclusivo del quartiere. Insomma ne sono persino incuriosita anche se prevale l'irrefrenabile impulso di prenderla a schiaffi.

Ma non c'è solo lei. Lo zoccolo duro delle "allegrone" dell'asilo eccolo qui nella foto. Numero due, dopo Abercrombie, Mascherina, colei che da quando è incinta viene sempre, per l'appunto, con naso e bocca protetti. Credo lo faccia per evitare di respirare virus letali ma ho sempre il dubbio che indossi la mascherina  per smadonnare senza essere sgamata. Tornassi indietro, la metterei anch'io ma solo per questa ragione.

Ho provato a socializzare anche con lei, chiedendole svariate v…

Spring break

Immagine
Domenica si è concluso lo Spring break, una settimana di vacanza dall'asilo, approfittando del Tomb sweeping day, il giorno dei morti locale. Nulla a che vedere, quindi, con la nostra Pasqua anche se, di un morto, si tratta comunque.

Spring break, dunque, anche se di "spring" manco l'ombra visto che ha piovuto ininterrottamente per una settimana e così temo che continuerà per altri giorni. Non fare depressa, mi dice sempre Iduzzo, quando alle otto del mattino sembra che sia già pomeriggio inoltrato. E allora non mi deprimo ma se c'e' una cosa che non mi mancherà di questo posto è di sicuro il tempo.
Poco "spring" ma anche sul "break" avrei da ridire. Sarà anche una meritata pausa delle maestre dell'asilo, ma non certo mia. 
Se inventassero l'asilo 24/7 (ho letto che in Svezia esistono asili notturni) sarei una delle azioniste.

Comunque lo Spring break 2013 sarà ricordato per due eventi. Il primo, accolto con lo stesso boato di quando l…

Il monologo del riso

Il monologo del riso
Atto unico - Durata 20 minuti di cottura
Scena in cucina - Ore 6.30 PM

Un pentolino con dell'acqua bolle sul fuoco
Ming in piedi sullo sgabello Ikea lo osserva :

Mamma, è dentro il riso. Si, si è dentro !
Mamma, ecco il riso !
Mamma, ciao ciao riso !
Mamma, see u later riso !
Mamma, cos'è questo ? Si, è riso !
Mamma, ma dov'è il riso ?
Mamma, ma che riso grande, grande !
Mamma, è pronto il riso ?
Mamma, harshav ("adesso" in ebraico ndr) riso poi doccia
Mamma, buono il riso

... dopo venti minuti di litania

Mamma, no riso ! Wo yao ("io voglio" in cinese ndr) spaghetti !!

L'atto si conclude con il rombo di un aereo in decollo. Quello della madre che se la svigna perché non ne può più.

E un giorno ci preoccupavamo che non parlasse ancora ... Folli