Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Next stop : New York City

Immagine
Me lo sentivo. Un presentimento che già un anno fa cercavo di cacciare dalla testa mentre evitavo appositamente di svuotare alcuni scatoloni perché non si sa mai, e se ce ne andassimo di nuovo ?  Lenzuola, asciugamani, giacche e scarpe che sono rimaste, fino ad oggi, in letargo nella naftalina taiwanese.
Poi un sogno da cui mi ero risvegliata con i brividi : ci avevano spedito a Mosca !

Bene, è successo, non è Mosca, ma una città degli Stati Uniti di cui forse avrete sentito parlare che si chiama New York, ha un grande parco e ci hanno ucciso John Lennon.
"New York, andate a New York ? Ma è fantastico, davvero, eccezionale, chiaro un nuovo spostamento ma ne vale assolutamente la pena, non si può certo dire no a New York, non avrete mica esitato, quando vi trasferite ?" mi sono sentita ripetere da amici e parenti improvvisamente eccitati dopo aver scosso la testa a Taipei e abbozzato a Montreal. Ovviamente un incoraggiamento motivato da puro sostegno e partecipazione senza alcun…

Winter is ...

Immagine
A Montreal, d'inverno, si parla essenzialmente di due cose, del freddo e di hockey.
Ma di hockey se ne parla tutto l'anno e, francamente, rimane uno sport che non è riuscito ancora a conquistare il mio entusiasmo. Il freddo e la neve rappresentano invece, per almeno, tre o quattro mesi, la mia sfida quotidiana dal momento in cui apro la porta di casa al mattino a quando rientro, sfinita, la sera.

Negli ultimi giorni, la temperatura è scesa ampiamente sotto lo zero, regalandoci delle giornate con -20 gradi in cui se la permanenza all'esterno supera i dieci minuti, senti, a partire dal naso, diverse parti del corpo creparsi come un iceberg.
Per fortuna esiste l'auto riscaldata in cui trascorro buona parte delle mie giornate tanto che, forse, un giorno quasi quasi l'arrederò. Tuttavia, il trasferimento dal caldo di casa a quello della macchina non è cosa semplicissima.
E in questi giorni da sola, Iduzzo via per lavoro, credo che mi abbiano sentito imprecare persino in Mes…

Come si cambia

Immagine
Un articolo di qualche giorno fa comparso sull'Huffington Post titolava così "4 ways living abroad change you ... Forever".


http://www.huffingtonpost.com/russell-v-j-ward/the-4-ways-living-abroad-changes-you-forever_b_6414222.html?utm_hp_ref=tw

Ho mollato quello che stavo facendo (l'ennesima lavatrice), l'ho letto e poi mi sono soffermata a riflettere, cosa di cui, a tratti, sono ancora capace. Vivere per diversi anni, ormai quasi dieci, all'estero mi ha davvero cambiata ? 
Credo di si.

Nonostante l'abito sia sempre lo stesso, jeans e All-star ormai usurate dai chilometri, la mia testa non è più quella di una volta, complice forse un inevitabile invecchiamento cerebrale, ma anche il fatto che io l'estero lo abbia "sposato" in tutti i sensi.
Più indipendente, spavalda e organizzata, nonostante la mia perenne permanenza "sopra le nuvole", ho imparato a contare su me stessa, sia da giovane donna spensierata che da mamma, e ad affrontare si…

Poesia

Da questa serata solitaria di pensieri e di riflessioni per quanto successo recentemente in Francia e per quello che, temo, succederà ancora, mi congedo con una poesia di Ungaretti:

Dormire
Vorrei imitare questo paese adagiato
nel suo camice di neve
(1917)

Notte

Bollettino natalizio

Immagine
Una delle ragioni, anzi la sola, per cui ho sempre detto di sopportare con dignità il rigoroso inverno canadese è la magia di un Natale con la neve o, come si dice, di un White Christmas.
Bene, quest'anno, nemmeno l'ombra di un fiocco e temperature di poco sopra allo zero che, ormai, qui si percepiscono come calde. +5 ? Wow it's warm today ! Davvero molto, ma molto deludente e, francamente, non sapevo con chi prendermela : con Santa che non aveva esaudito il mio unico desiderio o con il centro meterologico del Quebec che aveva cannato le previsioni ?

L'unico a fregarsi le mani è stato Iduzzo che, non appena scatta il +1, s'infila leggings neri termici, berretto e va a correre, o per lo meno così lui dice. Ormai non mi sembra più di vivere con un uomo bensì con un termometro vivente, ossessionato dalle condizioni climatiche locali. Ogni quarto d'ora vengo informata della temperatura attuale e se questa gli permetterà di sparire a sgambettare. E chissà dove, poi, v…