Ottimini


Il buongiorno si vede dal mattino. In questo ultimo mese di acciacchi, la nota piacevole sono stati loro, gli Ottimini della Divella, scovati da Iduzzo al supermercato RT-Mart di Neihu.
Già il nome, Ottimini, ti mette di buonumore ma, ancora di più, il sapore di un sacrosanto frollino in bocca, dopo mesi di astinenza. Sono uno dei beni più preziosi qui a Taipei e, per questo, li centellino. E si, perchè, puf, potrebbero improvvisamente sparire dagli scaffali di RT-Mart, facendomi sprofondare nel baratro più profondo. Ne abbiamo una discreta scorta, anche nella versione al cioccolato, ma mai troppa prudenza. Non li dò nemmeno a Ming quando mi guarda con la bocca spalancata e fiumi di acquolina. Mi spiace, ma, un giorno, capirà.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tel Aviv. Il mio amore trasandato

Mesegavir

Shabbat shalom