Poesia

Da questa serata solitaria di pensieri e di riflessioni per quanto successo recentemente in Francia e per quello che, temo, succederà ancora, mi congedo con una poesia di Ungaretti:

Dormire 
Vorrei imitare questo paese adagiato
nel suo camice di neve
(1917)

Notte

Commenti

Post popolari in questo blog

Tel Aviv. Il mio amore trasandato

Mesegavir

Shabbat shalom