Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Cena aziendale

Immagine
Ieri sera Iduzzo non è rientrato a casa causa party aziendale di fine anno a Ilan, una località ad un'ora di macchina da Taipei.
E fin qui nulla da dire. Poi mi è arrivata questa foto e siccome sono decisamente stanca la sera, non mi sono fatta troppe domande. Sapevo che c'era in ballo, tanto per cambiare, uno di quei mascheramenti che tanto divertono i Taiwanesi.
Spero solo che vestirsi così non gli sia piaciuto troppo. Con i tempi che corrono il rischio c'è.

Abercrombie & co

Dopo un anno e mezzo di vani tentativi di socializzare con le mamme dell'asilo, ieri finalmente la svolta, grazie a Tommaso che è venuto con me a prendere Ming all'asilo complice una di quelle sei giornate di sole all'anno.

Il pupo, parcheggiato in carrozzina sul terrazzino antistante l'ingresso, è stato letteralmente preso d'assalto e, di conseguenza, anche la sottoscritta. Sono arrivate tutte come api sul miele, persino Abercrombie, detta così per via della tuta blu con cui viene da quasi due anni a prendere sua figlia Lala, ex di Ming. Abercrombie che non ha nulla da invidiare all'espressività della Sfinge, non mi ha mai degnato di uno sguardo o di un saluto. Ieri si è rivolta a me come se fosse la mia migliore amica.

Certo che qui sono strani. Per diversi mesi mi hanno vista andare e venire munita di panza, accasciarmi sulla panchetta al pian terreno in attesa della discesa dei nani con la maestra, mai un accenno o anche una banale battuta giusto così per sca…

La figurina

Immagine
Se ci fosse l'album delle figurine di quitaipei, questa varrebbe più di tutte le altre. E si, perché immortalata insieme a Iduzzo c'è Pei-Ying Ling, la mia mitica ginecologa. Saranno anche gli ormoni, ma raramente mi è capitato (anzi mai) di affezionarmi così tanto ad un medico. Credo sia perché non ne ho mai trovato uno così scrupoloso, attento ma soprattutto estremamente umano com'è lei.
Non so perché ma i medici hanno tendenzialmente un'innata propensione ad atteggiarsi e a trattarti con aria di sufficienza come se fosse colpa tua che non stai bene. Se io stessi benissimo, tu non camperesti mio caro.

La mia seconda gravidanza è stata quindi una bellissima esperienza e, sicuramente, il fatto che mio figlio sia nato qui ha inconsciamente rafforzato il mio legame affettivo con questo posto che, diciamolo, è stato per il momento abbastanza blando.
A chi mi chiedeva se sarei tornata a Milano a partorire, ora risponderei : no, però se fossi a Milano, tornerei sicuramente a T…

La bicicletta

Immagine
A causa dei due personaggi nella foto, è da almeno due settimane che sto cercando inutilmente di aggiornare il blogghetto.
Che sia la volta buona ?
Intanto ho capito che per avere almeno una mezzora a disposizione al giorno, avrei dovuto smettere con questa tortura dell'allattamento. Più tempo per il blog o più anticorpi per mio figlio ?, mi sono chiesta. La prima chiaramente e così, da quasi una settimana, ho rispolverato dei fantastici biberon anticolica.
Ma Madre natura me l'ha fatta pagare e, per tre giorni, mi ha stroncato con una piacevolissima mastite che ho domato a suon di antibiotici. Ripeto : le gioie della maternità.

Sono rimasta davvero indietro con gli aggiornamenti ma credo sia più saggio ripartire da oggi altrimenti a maggio ancora scriverò del Natale esotico che abbiamo trascorso con Lady Ariberth, ventisei gradi, le palme ma con un tacchino per quindici persone ordinato all'American Club tanto per fare atmosfera. Non ha funzionato ma ci rifaremo l'anno p…

Grazie

Forse che forse ma forse che riesco ad avere dieci minuti per accendere il computer (e fin lì è semplice) e che ne so, lasciatemi sognare, controllare le mail e anche, ma lo sussurro, aggiornare il blogghetto, prima che un vagito o un "mamma vieni" mi richiami alla dura realtà ? Cosa dire, viva la maternità !

Di cose da raccontare ne avrei e lo farò ma, per questa volta, mi limito solo ad un grande "grazie" a tutti gli amici che, anche da lontano, hanno partecipato all'avvento di Tommaso.
Con un attimo di calma, risponderò a tutti quindi controllate le vostre mail ed i vostri sms a partire da adesso e per i prossimi quindici anni.

Ora approfitto di questi preziosissimi minuti di silenzio per andare a farmi un'insalata e a mettermi il pigiama prima di iniziare il turno di notte.