L'inverno in poesia

In un sano momento di fancazzismo sono andata alla ricerca di poesie sull'inverno da cui non sono per niente ossessionata ... :-) Ve ne propongo qualcuna qui e là.

Il ritorno dell’inverno

Come un fanciullo che da un lungo viaggio stanco ritorna al paese natio,
e dorme e si riposa,
così tranquillo, placido e sereno è l’inverno che torna. 

(Takuboki Ishikawa 1886-1912)

Poeta giapponese che, ovviamente, non conoscevo.


Commenti

  1. A me l'inverno non pare tanto tranquillo e sereno, porta con se il delirio natalizio, la problematica della neve, del freddo.....
    Son io che non capisco la poesia?

    RispondiElimina
  2. Dipende da come vivi e affronti l'inverno. E forse anche da dove. Dai povero inverno, rivalutiamolo !

    RispondiElimina
  3. Beh, si potrebbe rivalutare se arrivasse. Qui fa ancora caldo!
    (e io ho l'invasione dei bruchi)
    C.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tel Aviv. Il mio amore trasandato

Diamoci un taglio

Mesegavir