Taglio e piega

A Ovestdelmonte, dove abitiamo, c'è fermento nella popolazione femminile. E la causa è la sottoscritta o, meglio, la sua parrucchiera.

A quanto pare, il mio taglio di capelli non è passato inosservato all'occhio attento e scrutatore non solo di alcune mamme dell'asilo, ma persino della direttrice stessa. Le quali non si sono solo limitate ad un semplice e banale complimento, che avrei incassato con un "grazie" e poi tirato avanti con la vita.

No, hanno voluto anche, e qui sorge il problema, l'indirizzo della mia parrucchiera, della sexy Igaya.
"Anna, we love your hair. Where is your salon?..."

Sarei andata di risposta secca ma, date le mie interlocutrici, la spiegazione di dove avessi scovato il mio parrucchiere ha richiesto tanta attenzione e delicatezza. Perché, a parte Messainpiega che vive con il suo coiffeur che la pettina ogni mattina, le altre sciure, come minimo, vanno in uno di quei saloni del quartiere molto chic dove un taglio e piega costano quanto l'affitto del posto dove lavora la Sexy Igaya. Ma da cui escono, evidentemente, insoddisfatte.

Ho quindi spiegato che il mio parrucchiere è su Victoria Avenue che, però, comincia si a Ovestdelmonte ma poi prosegue per qualche chilometro, sempre più a nord, fino ad incrociare il cuore di quello che io chiamo Little Manila. Insomma, un po' come la Fifth Avenue a New York che, ad un certo punto, passa per il Bronx. 
Alla parola "Little Manila" ho temuto di dover allungare dei sali, soprattutto a due tipe che hanno commentato con un "ok" e poi non mi hanno chiesto più nulla. Peggio per loro. Una, proprio oggi, ha strisciato la macchina uscendo dal parcheggio dell'asilo ed ho goduto.
Le altre quattro, invece, sempre sgranando gli occhi e cercando di visualizzare il posto visto che, probabilmente, sono anni che non escono dal quartiere, si sono annotate il numero di telefono.
Ho spiegato loro che lei è molto brava ma che il posto è un po' spartano. Hanno annuito, sventolando la mano come per dire "non c'è problema, figurati" ma vorrei vedere la loro faccia quando, e se, ci andranno.
La più cool è stata lei, JT, la direttrice dell'asilo. "Anna, I travelled a lot and spent many years in Asia. Don't worry but thank you once again for this precious address. And please if you discover other interesting spots in town, let me know." Chiaro, in fondo lei vive a Montreal da trent'anni ed io da sei mesi.

Nel frattempo ho informato la sexy Igaya, tramite Lin la mia filippina, che le manderò diverse nuove clienti da Ovestdelmonte, sperando che la cosa la spinga almeno a dare una passata di scopa intorno alle poltrone. Ha risposto con entusiasmo alla notizia dicendo a Lin che per le mie "amiche" ci sarà uno speciale Anna deal : taglio e piega a 45 dollari. Only the brave.
Speriamo solo che non faccia danni, altrimenti, oltre al parrucchiere, a Little Manila dovrò trovarmi anche un asilo.

Commenti

  1. Sei coraggiosa fino alla temerarietà! :D
    Mila

    RispondiElimina
  2. Il pericolo è il mio mestiere ... :-) ! ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna, ho scoperto oggi il tuo blog attraverso expat blog. Anche io sono una expat (di lungo corso), anche io mi sono trasferita in un Paese più freddo dell'Italia (Svezia) e i miei capelli sono qualcosa di indomabile. Ho letto anche il tuo precedente post di quando sei andata da "Sexy Igaya" per il taglio, davvero divertente! Durante tutti questi anni in Svezia ho avuto "seri problemi" :) con i parrucchieri (ho tanti capelli, spessi e che crescono a vista d'occhio :)). Ogni volta e dico ogni volta uscivo delusa e deluso era anche il parrucchiere quando vedeva il risultato e cominciava a commentare, "beh con i tuoi capelli africani non è facile". Capelli africani???!!! Pensavo io, questi non sanno cosa dicono! Poi nel 2011 sono andata da una nuova parrucchiera che aveva lavorato molti anni in Canada e mi aveva detto "non ti preoccupare, ho esperienza con il tuo tipo di capelli" ed era vero! Mi aveva fatto un taglio corto che mi era piaciuto tantissimo, per un anno ogni mese ero andata da lei, poi lei ha smesso di fare la parrucchiera e io ho smesso di tagliarmi i capelli :) Ed ora avrei veramente bisogno di una tagliata ma non ho il coraggio e allora mi tengo il mio cespuglio così com'è :). Complimenti per il blog! Oriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Oriana, ti aspetto a Montreal allora. Ti porto dalla Sexy Igaya :-)
      Pensa, a me hanno detto, invece, che ho una capigliatura asiatica. Ho chiesto delucidazioni a casa ma hanno negato qualunque antenato più a est della Lombardia. Grazie del tempo che mi hai dedicato. Curioserò sulla Svezia ! ciao

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tel Aviv. Il mio amore trasandato

Mesegavir

Shabbat shalom